I podcast

Le parole per conoscersi, podcast di Annamaria Anelli

Parole per conoscersi

A un anno da Le parole per farlo è uscito Parole per conoscersi, il mio nuovo podcast per Storytel. La chiamo la mia “seconda stagione” perché sono sempre io che scrivo e conduco, ma soprattutto le parole sono di nuovo protagoniste. In particolare, qui, parlo di come le parole plasmano la nostra mente e le nostre emozioni.

6 puntate

Anche questa volta le puntate sono 6 e sono un piccolo viaggio utile a scoprire l’effetto delle parole sul nostro modo di vedere e di percepire il mondo.

  • Puntata 1 – Viaggio
  • Puntata 2 – Politica
  • Puntata 3 – Casa
  • Puntata 4 – Mancanza
  • Puntata 5 – Distacco
  • Puntata 6 – Silenzio

Che cosa sono queste puntate?

In queste sei puntate ho usato i due mesi di chiuso per pandemia come scalini per ampliare lo sguardo e parlare di tutti quei momenti in cui per qualche ragione entriamo in crisi e abbiamo bisogno di fare chiarezza.

Una parola non vale l’altra e a seconda di quale usiamo per descrive cosa stiamo passando, possiamo influenzare in un modo o nell’altro ciò che proviamo e come lo raccontiamo. Ecco perché, con il contributo di persone bellissime che ho intervistato nelle diverse puntate, ho intrapreso questo viaggio di conoscenza.

Sono andata in profondità e mi sono interrogata sulla metafora di guerra che ci ha schiacciati durante il lockdown (viaggio); ho indagato quali parole della politica costruiscono mondi presenti e futuri positivi (politica); ho aggirato il concetto di vincolo spaziale e l’ho trasformato in detonatore di creatività (casa); ho capovolto del tutto il concetto di mancanza, a partire dal significato del dizionario (mancanza); ho capito che occorre trasformare il distacco in opportunità per ripartire; ho scoperto che nel silenzio c’è un oceano di parole.

Come ascoltarle

Se hai già un abbonamento a Storytel, salva Parole per conoscersi nella tua libreria e ascoltale con calma; altrimenti, qui trovi il link per accedere gratis alla piattaforma (30 giorni invece dei canonici 14).

Copertina de Le parole per farlo, podcast di Annamaria Anelli per Storytel

Le parole per farlo

Le parole per farlo è la mia serie di podcast per Storytel. Storytel è una delle più grandi piattaforme internazionali di podcasting: contiene un numero sterminato di audiolibri e podcast su tantissimi temi, sia in italiano sia in inglese. E io sono molto felice di essere in catalogo 🙂

Mi sono innamorata del podcast, insomma. Ma proprio tanto. Sempre di scrittura si tratta, ma di una scrittura che va letta ad alta voce e che richiede attenzioni particolari. Perché chi ascolta ascolta mentre fa altro, quindi si distrae facilmente, ha bisogno di appigli, di essere, a volte, tenuto per mano. Gli servono pause, ricapitolazioni e anche momenti in cui viene chiamato in causa. Quindi la scrittura deve porgere, seguire, accompagnare, scrollare, interrogare, far dubitare, richiamare.

6 puntate

Le Parole per farlo è una serie di 6 puntate e riguarda come raccontarsi quando si cerca un lavoro o una collaborazione professionale.

  • Puntata 1 – Come raccontarsi
  • Puntata 2 – Raccontare senza le frasi fatte
  • Puntata 3 – Raccontare il tempo della maternità
  • Puntata 4 – Raccontare il fallimento
  • Puntata 5 – Raccontare la fragilità
  • Puntata 6 – Raccontarsi al lavoro

Cosa sono queste puntate?

Le 6 puntate di Le parole per farlo sono dei brevi contenitori di storie: lo sappiamo tutti che le storie creano mondi, fanno immedesimare le persone e inducono emozioni e comportamenti. Per questo è fondamentale che ci abituiamo e ci alleniamo a raccontare di noi, quando cerchiamo lavoro o una collaborazione professionale.

Perché tutto si può raccontare, o quasi tutto. E a volte non solo si può, ma si deve raccontare anche ciò che non si pensava possibile. Il fallimento, la fragilità, quei momenti della vita che di solito teniamo nascosti. Invece, raccontarli ci rende vivi, veri, vicini. Sono le tre “v” più belle che ci siano 🙂

Queste puntate sono anche degli appunti che prendo insieme a chi ascolta grazie all’aiuto generoso e bellissimo di molte persone che ho intervistato e che hanno risposto alle domande, ma soprattutto hanno portato la loro esperienza e un pezzo di cuore.

Come ascoltarle

Se hai già un abbonamento a Storytel, salva Le parole per farlo nella tua libreria e ascoltale con calma; altrimenti, qui trovi il link per avere un’estensione del periodo di prova gratis. Se dopo vorrai iscriverti alla piattaforma, secondo me farai benissimo: c’è davvero un sacco di materiale interessante da ascoltare.

Puoi partire dalla prima e andare avanti o saltellare dall’una all’altra, come preferisci. Dopo averle ascoltate, ti va di scrivermi per dirmi che cosa ne pensi? Quali sensazioni hai provato?