Scrivere un discorso

Scrivere un discorso da tenere davanti ad altri è qualcosa che può procurare ansia. Non parlo tanto del fatto che devi parlare in pubblico, per quello ti devi solo esercitare (se vuoi, lo facciamo). Parlo della fatica a raspare sotto le foglie per trovare le castagne e scartare i ricci. Le castagne sono le parole e a me piacciono tanto le metafore ruspanti 🙂

Trovare le parole giuste è come trovare il parrucchiere che fa per te o il kebabbaro di fiducia. Ci puoi mettere degli anni!

Trovare le parole giuste è quello che so fare meglio perché io parto da te e da come mi scrivi e mi spieghi chi sei e che cosa fai. Poi ci dobbiamo vedere, per forza, perché ti devo guardare mentre mi parli. Possiamo farlo via Skype, certo, ma se puoi, dal vivo è ancora meglio.

Scrivere un discorso per un’altra persona è un’attività delicata che mi dà una soddisfazione infinita. Perché, alla fine, quando mi hai parlato e ho registrato le tue parole, il tuo modo di pronunciarle e il tono della tua voce, quello che scrivo lo senti provenire direttamente da te.

Come funziona

Mi contatti via email e mi spieghi per bene le tue esigenze, poi ci parliamo al telefono: mi serve per capire chi sei e cosa fai e soprattutto per entrare nelle tue corde. Ti invio la mia offerta, me la rimandi firmata e procedi con il pagamento dell’anticipo (30%). Quando ricevo conferma del pagamento, partiamo!

Quanto costa

A partire da 800 euro.

Per avere altre informazioni, scrivimi.

Scriviamo un discorso!

Testimonianze

Barbara Vecchi, fondatrice di Hopenly, Modena

Dovevo preparare un discorso da tenere in pubblico per presentare la mia start-up, ora piccola azienda, che si occupa di big data.

Io volevo parlare della mia azienda, certo, però volevo anche fornirle un contesto, spiegare perché ormai adulta, con tre figli e con un lavoro da dipendente avevo deciso di fare quel salto.

Scrivere non è il mio lavoro quindi ho cercato qualcuno che lo facesse per me: siccome mi avevano parlato bene della capacità di Annamaria di raccontare storie interessanti, l’ho contattata e sono andata a trovarla a Torino.

Abbiamo passato insieme un pomeriggio, io a parlare e lei a fare domande e a fissarmi con quei suoi occhi attenti. Quando ho letto il discorso che aveva preparato per me, non ci credevo. Proprio come volevo fosse: profondo, intimo, preciso e professionale.

Ha usato tre date fondamentali della mia vita per spiegare che i dati non sono aridi, anzi: dietro nascondono delle storie interessanti. Insomma, esperienza bellissima, professionista che consiglio col cuore e con la testa.